Il mio piccolo elogio della follia

Sia benedetta la follia quando è piacere. Sia benedetto il folle quando si nutre di passione senza regole. Sia lodato l’emarginato, l’oppresso coerente con la sola verità: l’assenza di verità.

Sempre sia lodato il pauroso che ha fatto un passo avanti, l’eterno giovane che è anche eterno vecchio, chi sorride per scelta e non per caso, chi beve perché ha sete e mangia perché ha fame.

Sempre sia lodato il solitario che ha imparato ad apprezzare l’altro, chi non ha tempo da recuperare né vuoti di silenzio da riempire.

Sia benedetta la notte che scende nell’anima per nutrirla di ombre immortali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...